Quali sono i vantaggi di un seggiolone?

Quando il bambino inizia la fase dello svezzamento è il momento di acquistare un seggiolone. In genere l’età giusta per iniziare ad usarlo è a partire dai 6 mesi di età. Acquistato e apprezzato da molti genitori, i seggioloni oggi sono più leggeri, comodi e pratici. Essi sono ideali non soltanto come postazione per la pappa, ma sono anche ottimi per il gioco. Se un seggiolone dispone anche del vassoio, il bambino potrà intrattenersi con i suoi giocattoli preferiti appoggiandoli sul piano. I seggioloni sono anche colorati, e quelli con sdraietta possiedono un arco con tanti morbidi pupazzi o sonagli. I modelli inclinabili sono perfetti per adattarsi anche al riposo mattutino o pomeridiano del vostro neonato.

La ragione dell’esistenza di tanti modelli presenti in commercio sta nel fatto che i seggioloni sono ormai realizzati in materiali diversi, con imbottiture diverse e fatti specificamente per esigenze diverse.

In questo articolo approfondiremo i numerosi vantaggi che valorizzano questo prodotto, ne vedremo i punti di forza e le motivazioni per cui questi pratici oggetti risultano utili durante i pasti e le quotidiane attività del bambino. Infine, daremo alcuni utili consigli sia per la pulizia dello strumento che per la sua sicurezza.

Quando e come si usa un seggiolone?

Un seggiolone è studiato apposta per risultare il meno ingombrante e il più intuitivo possibile da usare. Il suo uso è consigliato dai sei mesi, cioè dalla fase in cui il bambino riesce a stare seduto da solo, senza l’aiuto di sostegni. L’uso del seggiolone è molto semplice. Se esso è pieghevole, è necessario aprirlo estendendo al massimo i quattro piedi. In secondo luogo vanno regolate le doppie cinture di sicurezza, e adattarle alla fisionomia del bambino. E’ importante non lasciare le cinture troppo lente né regolarle troppo strette. Va regolata poi la seduta, se la struttura lo consente. Se il seggiolone va regolato per la pappa, deve essere inclinato secondo una posizione eretta e comoda affinché il bambino non stia eccessivamente sdraiato.

Bisogna assicurarsi inoltre che tutte le parti del seggiolone siano correttamente montate, per evitare il rischio che si chiuda accidentalmente. Non lasciate il bambino incustodito quando è sul seggiolone, specialmente quando è vicino a mobili o parti a cui potrebbe aggrapparsi e cadere.

Quando non serve più, la maggior parte dei seggioloni prevedono un sistema compatto che consiste in una chiusura “ad ombrello”, per occupare meno spazio. In più, da chiusi i seggioloni stanno su da soli senza bisogno di un appoggio.

Quali sono i vantaggi di un seggiolone?

Chi acquista un seggiolone – o ha in mente di acquistarne uno – prende in considerazione i vari benefici sia per il bambino che per i genitori. I vantaggi sono tanti e possono variare in base al modello di seggiolone scelto. In primo luogo il seggiolone rappresenta una valida opportunità della mamma – o di entrambi i genitori – di poter sbrigare le proprie faccende o di lavorare in tranquillità, mettendo il bambino in un posto sicuro e comodo. In secondo luogo, il seggiolone rappresenta il luogo perfetto in cui ci si può dedicare e preparare allo svezzamento del bambino, uno dei momenti più importanti della sua crescita. E’ fondamentale che il dispositivo sia sicuro e ben imbottito, sia ai lati che nella parte inferiore.

Inoltre, un seggiolone – se dotata di regolazione di inclinazione – può essere perfetto per dei brevi pisolini. Capita spesso che i bambini giocando possano avere sonno e addormentarsi. In tal modo basta inclinare lo schienale del seggiolone per ottenere una vera e propria sdraietta. Infine, un ultimo vantaggio del seggiolone sta nel budget: essendo presenti sul mercato tanti modelli, i seggioloni possono essere acquistati anche con un budget limitato e sono adatti a tutte le tasche.

Consigli di pulizia e precauzioni per la sicurezza

E’ importante mantenere un seggiolone in condizioni ottimali e proteggerlo da macchie, residui e polvere: l’importanza di ciò deriva dal fatto che si tratta di un dispositivo che entra a stretto contatto col bambino per i suoi primi anni di vita, e dunque acari e germi sono assolutamente da eliminare. Si sa, i bambini spesso giocano a mettersi in bocca ciò che capita, e se il seggiolone non è ben pulito i germi rimangono sulla superficie dell’oggetto.

Per pulire un seggiolone è fondamentale non bagnarlo con sostanze corrosive o tossiche, come detersivi invasivi. Invece, è sufficiente inumidire un panno con acqua o con pochi spruzzi di prodotto e passarlo delicatamente su tutta la superficie. Invece se l’imbottitura del seggiolone è estraibile, va lavato a parte: esso si può lavare o a mano o in lavatrice, purché ad una temperatura che non superi i 30° e con detersivi per capi delicati.

Per utilizzare il seggiolone in tutta sicurezza bisogna, infine, verificare che il prodotto sia a norma di legge e che le cinture di sicurezza siano ben agganciate quando viene sistemato il bambino.

Mamma super organizzata, neo specializzata in Editoria e Scrittura, amante dei libri e della musica. Nasco nel 1996 e scrivere è la mia più grande passione.

Back to top
menu
Migliori Seggioloni per Bambini