Come scegliere il miglior seggiolone per bambini? Guida all’acquisto, fattori decisivi per la scelta, info utili

L’utilizzo del seggiolone rappresenta una straordinaria conquista per il neonato. Si tratta di uno strumento molto importante per i primi anni dei bambini e oltretutto è molto comodo sotto vari aspetti. E’ importante, innanzitutto, attendere il compimento (almeno) del sesto mese di età: è proprio in questo momento che il neonato impara a stare seduto da solo, senza la necessità di sostegni. Il mercato offre una grande quantità di modelli di seggioloni, colorati, comodi, imbottiti e pratici. Alcuni sono fissi, altri invece pieghevoli. Ci sono seggioloni dotati di ruote e quelli senza: l’importante è che siano comunque studiati per essere anti-ribaltamento.

E’ molto importante scegliere il seggiolone giusto per il vostro bambino, soprattutto per una questione di sicurezza. Come illustreremo a breve, la sicurezza di questo dispositivo è un requisito importante da valutare prima dell’acquisto. In questa sede vogliamo mostrarvi tutti i vantaggi dei seggioloni, nonché le qualità e le caratteristiche dei migliori prodotti presenti in commercio. Con un budget anche limitato è possibile disporre di un seggiolone comodo e pratico che il vostro bambino adorerà.

Infine, forniremo alcuni utili consigli su come orientarsi nel mercato nella scelta del prodotto adatto al bambino, alla mamma e all’uso che se ne dovrà fare.

Perché scegliere di acquistare un seggiolone?

Il bambino cresce in fretta, e l’ovetto (o la sdraietta) non bastano più. Una volta acquisita una maggiore padronanza della posizione eretta della schiena che gli consenta di stare seduto bene da solo, il bambino avrà bisogno di un posto in cui può non soltanto mangiare, ma anche muoversi più liberamente. Un seggiolone è vantaggioso proprio perchè il bambino potrà muovere le sue gambe in maggiore libertà rispetto ad un passeggino, ed esercitare meglio le sue doti motorie appena conquistate.

In secondo luogo, un altro vantaggio del seggiolone è la possibilità della mamma di dare da mangiare al bambino anche da seduta, senza necessariamente mettersi in posizioni scomode o stare in piedi curvandosi verso il neonato. Se è dotato di vassoio, il seggiolone risulterà comodo anche come base di appoggio per i suoi giocattoli. Come si può notare, si tratta di uno strumento dalle mille potenzialità, che certamente potrete sfruttare moltissimo sia in casa che fuori casa.

Un ulteriore vantaggio del seggiolone – o meglio, dei modelli pieghevoli -, a tal proposito, è la possibilità di piegarlo e portarlo con sé sia al ristorante che a casa dei nonni. I seggioloni sono poi imbottiti, colorati, multiuso e possono essere anche sfruttati come sdraiette.

Quali tipi di seggiolone ci sono in commercio?

Il settore dei seggioloni è davvero vasto e offre una vasta gamma di prodotti che si differenziano sia per il materiale, che per la struttura e i dispositivi di sicurezza inclusi. I seggioloni più apprezzati sono quelli a sdraietta, perché consentono sia di essere utilizzati per dare il cibo al neonato, sia per giocare ed eventualmente fare dei piccoli pisolini diurni. Altri seggioloni molto diffusi sono quelli con le ruote: grazie ad esse il seggiolone bilancia meglio il peso, evitando il rischio di ribaltarsi.

Vi sono inoltre seggioloni ergonomici e molto evoluti, i cosiddetti 2 in 1, che consentono di essere utilizzati sia come seggioloni nei primi mesi di vita, sia sediolina e scrivania dopo i due anni (a partire dai 3 e fino ai 6 circa).

Un altro tipo di seggiolone è quello realizzato in legno: anche se può sembrare scomodo, paradossalmente è il migliore poiché la maggior parte di questi permette di essere bene imbottito ed eventualmente anche piegato. La scelta del seggiolone è puramente soggettiva ed esso va valutato in base sia alle esigenze della mamma che alle esigenze del piccolo. Se saprete prestare attenzione ad alcuni dettagli che illustreremo a breve, individuare il giusto prodotto per voi sarà semplicissimo.

Guida all’acquisto di un seggiolone

Prima di acquistare un seggiolone è indispensabile valutare alcune caratteristiche e priorità che qualificano – o svalutano – un prodotto. Ci bastano poche informazioni ma utili, per orientarci al meglio nel mondo dei seggioloni per bambini.

In primo luogo, scegliete un seggiolone che sia sicuro: i dispositivi di sicurezza devono essere doppi e facilmente sganciabili. Il seggiolone deve essere dotato di un dispositivo ad anti-ribaltamento o di ruote che spalmino il peso del seggiolone in modo omogeneo sul pavimento d’appoggio. La seduta deve essere larga e abbastanza confortevole per far sì che il bambino sia comodo e urtando non si faccia male.  Gli angoli del seggiolone devono essere, inoltre, arrotondati e non devono esserci parti spigolose che potrebbero rappresentare un pericolo per il neonato. Il bambino, specialmente se piccolo, non dosando la sua forza potrebbe sbatterci contro e farsi male.

Il seggiolone, poi, è meglio se risulta inclinabile: in questo modo potrete sfruttarlo di più e per più motivi (pappa, giochi, pisolino, etc.). Infine, i seggioloni devono essere regolabili: regolando l’altezza del seggiolone rispetto alla misura e all’età del vostro bambino potrete sfruttarlo al meglio.

Mamma super organizzata, neo specializzata in Editoria e Scrittura, amante dei libri e della musica. Nasco nel 1996 e scrivere è la mia più grande passione.

Back to top
menu
Migliori Seggioloni per Bambini